Una novità piena di colore (con lo sguardo a tradizioni antiche)!

Il mondo del colore è divenuto parte integrante del nostro mondo No Serial Number. Che si tratti di colori naturali per i tessuti, per i filati o per il disegno e la pittura, una volta entrati nella dimensione del colore ottenuto da elementi naturali che escludono qualsiasi sostanza sintetica è difficile uscirne. Si sviluppa una tendenza inevitabile a ricercare, approfondire, inseguire chi si occupa di questo mondo per passione e per professione. Capita anche di imbattersi in libri – vecchi e nuovi – che si occupano di colori naturali e di guardare in modo diverso alle piante, ai fiori e agli alberi. Come è successo per il guado: una volta scoperto il legame tra la corolla gialla che fiorisce indisturbata anche ai margini delle strade e la foglia dalla quale, raccolta al momento giusto e utilizzata con il procedimento adeguato, si ricava l’azzurro, non l’abbiamo più perso di vista: oggi fiorisce indisturbata anche nella parte più impervia del nostro giardino.

a-book-on-vegetable-dyes

Anche per noi di No Serial Number, il legame con i colori naturali nasce da passione, curiosità e interesse professionale e, per certi versi, risale agli studi classici (tra i testi più interessanti del mondo classico ci sono, a nostro avviso, proprio quei testi – spesso trascurati – che trasmettono informazioni anche sul mondo dei colori. Perché la chimica è ‘nata’ naturale e lo è rimasta per secoli e secoli). Per interesse professionale inseguiamo, letteralmente, le persone che si occupano di argomenti e materie naturali.

E’ capitato così anche con Marco Fantuzzi, una vita dedicata al colore.

Qualche mese fa lo abbiamo raggiunto in una magnifica località pugliese, tra Cisternino e Ostuni, dove teneva un corso sui suoi acquerelli, e abbiamo gli abbiamo dedicato un articolo nell’uscita autunnale di No Serial Number Magazine.

In quell’occasione abbiamo avuto modo di apprezzare la competenza e la passione con cui illustra il mondo del colore come fatto storico e culturale, tra lezione documentata, dimostrazione e sperimentazione.

Oggi ci fa piacere presentare una novità alla quale ha lavorato per anni: i pastelli vegetali alla cera d’api realizzati in modo completamente artigianale e presentati in una elegante confezione di 22 barrette.

nk2_0059

Ognuna delle 22 barrette presenta colori e sfumature di colore decisamente originali, ottenute da pigmenti di origine vegetale per la maggior parte, animale (cocciniglia) in pochi casi e in un solo caso minerale (bianco di titanio). Si va dal marrone al nero, dalle sfumature di grigio alle sfumature di azzurro, dal blu al rosso cocciniglia e al rosso robbia, dalle sfumature di arancio al giallo per arrivare a ben tre sfumature di verde (il più presente in natura e il più difficile da ottenere, dalla sovrapposizione di reseda e indaco). Un mondo tutto da sperimentare per gli appassionati e i professionisti perché anche dalle foto si riesce a percepire la matericità delle barrette, la loro consistenza pastosa che si presta per sperimentazioni coloristiche di ogni tipo.

20160311_113456

Noi rimaniamo con il rimpianto di non saperli usare e con la convinzione che la sperimentazione diretta dei colori vegetali rimane legata all’uso dei filati tinti naturalmente.

20160311_124935

 

Anche se, recentemente, la passione per il disegno della nipotina potrà darci almeno la soddisfazione di vederli usare direttamente da lei. Per ora, anche su indicazione di Marco, dobbiamo aspettare che cresca ancora un po’ mantenendo questa sua predisposizione al disegno.

nk2_0123

Peraltro non è escluso che inseguiremo Marco Fantuzzi in altre occasioni per osservare dal vero come nascono i pastelli, il loro uso, le possibilità che offrono di sovrapposizioni e mescolanze particolari proprio per le caratteristiche di pastosità e di morbidezza, anche in relazione alla temperatura a cui vengono utilizzati. Proprio perché inesperti, per i dati tecnici, preferiamo indirizzarvi direttamente alla pagina Fantuzzi Colori Vegetali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *