Tempo di Befana (e di cappelli)!

Ultimi giorni della Fabbrica dei Giocattoli con una novità: ci è venuta a trovare Silvia Ronconi, modista, con una lunga esperienza di lavoro nel Teatro di Figura (quello delle marionette e dei burattini per intenderci).

Silvia ha due anime che in qualche modo si sono incontrate nella realizzazione dei suoi magnifici cappelli: l’anima dell’attrice e quella dell’artigiana.

Lavorando nel teatro, appassionante e variegato mondo dell’espressione artistica, ha imparato a plasmare e a tenere in equilibrio i materiali e a prestare attenzione alla tradizione ricercando allo stesso tempo la contemporaneità e sperimentando nuovi linguaggi e materiali.

Quando ha optato per il lavoro artigianale non ha abbandonato il gusto per la novità, l’improvvisazione e la libera creazione di forme con materiali di ogni tipo.

Cosa poteva realizzare una persona così creativa, intimamente elegante, se non cappelli?

Perché fare la modista significa appunto realizzare cappelli, di tutti i tipi, di tutte le forme, di tutti i colori, per tutte le esigenze!

E, naturalmente, andare controcorrente.

Perché il cappello – attenzione, quello vero, non i cappucci e i berretti che tutti portiamo per difenderci dal freddo! – è un accessorio molto bello, molto elegante o anche molto sportivo, ma comunque sempre raffinato e un po’ desueto in un mondo come quello attuale, nel quale spesso non c’è il tempo per guardarsi allo specchio con calma per scegliere il modello giusto da indossare prima di uscire!

E quale modo poteva trovare secondo voi per parlare di cappelli, secondo voi, se non il teatro?

Ecco perché ci è venuta a trovare! Per parlare dei suoi amati cappelli con uno spettacolo / dimostrazione che replicherà fino al 7 di gennaio nello spazio della Fabbrica dei Giocattoli!

Quattro filastrocche fanno da prologo a una dimostrazione di lavoro nel piccolo laboratorio itinerante che è luogo e scenografia.

E’ un’occasione per scoprire in modo divertente l’arte della formatura – questa la parola giusta – di un cappello su testa di legno, affascinante, sconosciuta ai più e sicuramente da difendere e tramandare per non perdere una realtà importante del mondo della moda.

Voi direte: ma come mai proprio in questi giorni?

Pensateci un attimo: avete mai visto la Befana senza cappello?

Testo: No Serial Number

Foto: Alessia Latini


Sei un artista o un artigiano o semplicemente ti occupi di sostenibilità e di realtà sostenibili? Vuoi che No Serial Number Italia dedichi uno spazio alla tua attività? Vuoi sottoporre a No Serial Number Italia un articolo? Scrivi a noserialnumberitaly@gmail.com

Puoi contattarci via Facebook e Instagram

Un pensiero riguardo “Tempo di Befana (e di cappelli)!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *