Si fa presto a dire ‘Albero di Natale’!

Il tradizionale ‘albero di Natale’ che albero è?

Un abete?

Sì, certamente. Ma quale specie? Ce ne sono circa 50 specie diverse in giro per i boschi del mondo!

Un pino?

Sì, potrebbe essere anche un pino. Ma quale specie di pino? Ce ne sono oltre 100 specie in giro per i boschi del mondo!

E se fosse un peccio (o ‘abete rosso’)?

Certamente, sì. Perché appartiene al genere picea. Ma anche in questo caso, se ne trovano circa 40 specie diverse!

E non è ancora finita: potrebbe anche essere un cedro o perché no, una tsuga. Anche questi generi – cedro e tsuga – fanno parte della grande famiglia delle pinaceae, anche se sono generi più ‘modesti’: comprendono poche specie!

Ogni conifera potrebbe essere quella giusta.

L’ ‘albero di Natale’ può essere una qualsiasi conifera nell’ambiente naturale che gli è proprio, senza addobbi ma con tutte le sue parti al posto giusto: radici, tronco, rami, foglie (aghiformi, certo!) e, naturalmente, pigne.

Tutto a posto, le stesse cose per tutti gli alberi.

Poi si guarda bene e si scopre che non è vero! Perché ogni albero ha le sue caratteristiche, le foglie sono a forma di ago ma non sono affatto tutte uguali, le pigne sono pigne ma ogni pigna è diversa dall’altra. Insomma una cosa complicata che merita attenzione e, se proprio ci appassiona, anche tanto studio.

Insomma, quello dell’“Albero di Natale” è un bel problema.

Proprio per questo, con ogni probabilità lo chiamiamo semplicemente ‘albero’!

Se poi si ha voglia  di vedere tante pinaceae insieme, c’è un posto dove se ne possono  ammirare parecchie, una accanto all’altra.

E’ il grande parco situato a Kew, nella parte occidentale di Londra, il  Royal Botanical Gardens  o, semplicemente, Kew Gardens. Ci si arriva comodamente con la metropolitana (la linea è la District Line, la fermata Kew Gardens, naturalmente!).

Sono ettari ed ettari di parco dove si possono ammirare alberi, arbusti, piante erbacee di tutti i tipi, provenienti da ogni parte del mondo: una sorta di enciclopedia botanica all’aperto. Ogni pianta ha la sua targhetta, con l’indicazione di famiglia, genere, specie. Passeggiando tra gli alberi facile perdersi: inseguendo le pinaceae ci si può ritrovare tra le fagaceae!

L’ultima volta che mi sono trovata circondata da tutti questi alberi, cercando di individuare le differenze (questo ha le pigne in su o in giù? Gli aghi (ossia le foglie) come sono attaccati? sono isolati o a mazzetti? ecc.), ho realizzato dal vivo quanto i parchi ci abbiano abituato a un ambiente ‘costruito’. Nulla è realmente naturale in questo parco come in ogni altro parco, piccolo o grande. Ma ci dà la sensazione di essere a contatto con la natura anche se si tratta di una natura addomesticata.

Se si tratta di un piccolo parco cittadino, le varietà di alberi dipendono dalle scelte degli amministratori e dalle proposte dei vivai.

Se si tratta di un grande parco, come nel caso di Kew Gardens, si tratta di una collezione meditata e perfettamente organizzata con finalità di studio e di ricerca.

La caratteristica di una città come Londra – che conosco soprattutto nella dimensione adatta ai nipotini – è proprio quella di avere molte aree verdi dove è rappresentata la flora del mondo. Un’eredità dell’impero, indubbiamente, coniugata con la passione per piante e giardini tipicamente inglese, indubbiamente.

In un mondo sempre più urbanizzato, la presenza dei parchi garantisce il verde in una grande città e, in molti casi, dà l’opportunità di vedere dal varo alberi, arbusti e fiori che difficilmente potremmo vedere nell’ambiente originario.

Meglio un albero in più che un albero in meno. Questa la regola generale. Quindi meglio una passeggiata nel parco, tra alberi originari di luoghi lontani.

Magari scegliamo idealmente il nostro albero di Natale nel parco vicino a casa o in un bosco. e immaginiamolo pieno di luci. Se proprio non ne possiamo fare a meno, per addobbare un angolo di casa, è sufficiente un ramo!

TESTO: Rosa Rossi

FOTO: Elia Palange – Rosa Rossi


Sei un artista o un artigiano o semplicemente ti occupi di sostenibilità e di realtà sostenibili? Vuoi che No Serial Number Italia dedichi uno spazio alla tua attività? Vuoi sottoporre a No Serial Number Italia un articolo? Scrivi a noserialnumberitaly@gmail.com

Puoi contattarci via Facebook e Instagram

3 pensieri riguardo “Si fa presto a dire ‘Albero di Natale’!

I commenti sono chiusi.