Promemoria in forma di articolo …

Non sempre è facile organizzarsi per ‘riempire’ il blog di contenuti. Non certo per mancanza di argomenti. Anzi, gli argomenti ci sono e sono tanti. Il vero problema è che si accavallano: tra ricerca di nuovi materiali, organizzazione dei vecchi e materiali in arrivo, ci sono giorni che capita di avere bisogno di fare ordine, mettere in fila e catalogare. Così, per una volta invece di usare foglio e matita, cerco di organizzare il promemoria in forma di articolo!

Dunque, andiamo per ordine: ci sono molti materiali in arrivo, di vario argomento, di persone diverse e da regioni differenti.

Ne dovrebbe arrivare uno interamente dedicato ad un colore vegetale (lo sta organizzando Anna de Col, in Sardegna), un altro sarà dedicato a un libro di cucina (e a un pezzo importante della storia italiana) con una riflessione su come l’unità del nostro paese sia passata per i canali più differenti (se ne sta occupando Roberta Chioni  in Liguria), un altro ancora, dedicato alla lavorazione artigianale del legno per la realizzazione di semplici giochi tradizionali arriverà quanto prima da Annalisa Atzeni, di nuovo dalla Sardegna.

Nel frattempo, sto cercando persone appassionate del lavoro a maglia, in giro per il  mondo, per dedicare loro uno spazio in una delle prossime uscite di No Serial Number Magazine. Stamani, ne ho individuate almeno tre, tra Norvegia, Canada e Regno Unito. Un’altra si trova in Olanda e si occupa di maglia ma anche di ricamo e di colori naturali (Marijke Bongers)! Chissà che questo articolo non incuriosisca qualche appassionato di casa nostra. In caso affermativo, mandatemi senz’altro un messaggio!

Mentre appunto i nomi di questi artisti in un apposito file, penso ai miei lavori, almeno tre cominciati, anzi, a buon punto di lavorazione ma ancora da terminare. Perché ammetto di avere una certa tendenza a cominciare lavori importanti ma anche quella a cominciarne più di uno in contemporanea. Capita così che rimangano in lavorazione per molto tempo: posso infatti lavorare per ore e ore ma in realtà tutte queste ore a disposizione spesso non ci sono nella giornata, così i lavori procedono molto lentamente.

Volete un’idea? Ecco la casacca multicolore (tutti colori rigorosamente vegetali, giusto, Michela Pasini?):

Poi è la volta della giacca che abbina maglia e tessuto:

E, infine, un lavoro di recupero: un maglione sicuramente vintage, di cui non ricordo bene l’origine. Potrei averlo fatto io ma sicuramente non è mio il ricamo a punto maglia che invece è opera di mia nonna. O forse, lo ha fatto interamente la nonna (responsabile della mia passione per i ferri). Comunque, dovrebbe risalire a circa 40 anni fa. Non male. Impossibile eliminarlo, quasi sicuramente diventerà un plaid per le serate più fredde (Francesca, sempre freddolosa, potrebbe apprezzarlo nelle brume londinesi!):

Dalla nonna deriva anche la passione per libri e riviste specializzate.

Vi propongo qualche foto, tanto per farvi capire a che punto arriva la passione.

So bene che non riuscirò mai a realizzare tutto quello che vorrei, ma ho l’impressione che ogni rivista o libro dedicato alla maglia sia anche un libro sulla cultura e sulle tradizioni dei luoghi più disparati.

Lo dimostrano due numeri speciali di Burda maglia (usciti nel 2011) dedicati interamente a calzini, calzettoni, calze. Sono una magnifica carrellata sulle più diverse tradizioni della lavorazione ai ferri.

Un giorno riuscirò a ri – imparare perché in realtà, sempre con la nonna, avevo imparato. Dunque, se funziona lo stesso meccanismo che funziona con la bicicletta (una volta imparato a pedalare non si dimentica più), potrei riuscirci!

Quelle che vedete (insieme ai guanti) non sono grande cosa ma sono ancora qua e le ho lavorate negli anni Settanta: Fa un po’ impressione!

Sapete qual è il vero problema del promemoria, secondo me? Il fatto che una cosa tira l’altra e dunque diventa sempre più lungo. E quando si spunta una cosa, se ne trovano altre.

Vi lascio … devo preparare le copie di No Serial Number Magazine da portare a Feltrosa.

Domani e domenica sarò a Nazzano per fare foto, guardare, ascoltare e presentare il progetto No Serial Number!

TESTO E FOTO. Rosa Rossi – No Serial Number


Sei un artista o un artigiano o semplicemente ti occupi di sostenibilità e di realtà sostenibili? Vuoi che No Serial Number Italia dedichi uno spazio alla tua attività? Vuoi sottoporre a No Serial Number Italia un articolo? Scrivi a noserialnumberitaly@gmail.com

Puoi contattarci via Facebook e Instagram

2 pensieri riguardo “Promemoria in forma di articolo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *