Piante, fiori e … vasi di lana!

L’immersione nelle piante e negli arredi da giardino per chi visita Giardini d’Autore è assicurata! L’edizione primaverile è appena terminata nella cornice del Parco Federico Fellini, a Rimini. Ne siamo tornati con un bagaglio di foto e idee per molti articoli (e naturalmente idee di arredo per il nostro giardino, da interpretare liberamente!): un po’ per volta riusciremo a catalogare tutto e a pubblicare.

Oggi raccontiamo i vasi di lana di Maria, in arte Lana Viva.

L’abbiamo incontrata per la prima volta nel suo laboratorio sulle colline di Cesena. Il racconto cominciava così:

“Per raggiungere Maria, si sale e si scende; poi si sale e si scende ancora, più e più volte. In linea d’aria, da Rimini, il nostro punto di partenza, la distanza è veramente poca. Ma, una volta lasciata la pianura, la strada segue il dislivello, collina dopo collina, fino ad Ardiano (Comune di Roncofreddo, Forlì-Cesena), dove in cima a un cucuzzolo c’è la casa di Maria e di Paolo. Maria ci accoglie per raccontarci la sua storia, come ogni storia, unica e speciale”.

 

Era stata una bella giornata di scoperta della zona e di una persona con una storia speciale, approdata in Romagna dalla sua Lisbona, inseguendo la passione artistica per il lavoro manuale e per un materiale ridotto dal ‘progresso’ a ingombrante materiale di scarto che è possibile – e necessario – rivalutare per gli usi più diversi.

Sappiamo che Maria continua pervicacemente a seguire il suo sogno: diventare custode della tradizione realizzando con la lana tutto il realizzabile, con l’ambizione di non buttare niente, neanche il più piccolo ciuffo o filo. La lana da rifiuto a risorsa, al 100%!

Attorno a questo sogno, continuano a nascere manufatti e progetti che ci piace documentare e promuovere.

Giardini d’autore è la location giusta per i ‘vasi di lana’, ossia contenitori variopinti – piccoli medi grandi – dove collocare piante di vario tipo oppure materiali vegetali recisi freschi (dunque in un contenitore di vetro) o anche composizioni di rami secchi da collocare direttamente nel vaso prescelto. Ciascun vaso di lana si può abbinare liberamente in base alla disponibilità di stagione e in base ai colori.

I colori, sovrapposti e mescolati variamente, danno il tocco unico a ogni contenitore e rappresentano la vera novità: si tratta infatti dei colori vegetali dell’amica Michela Pasini /Rosso di Robbia. Anzi, si tratta degli scarti delle tinture e dei filati realizzati da Rosso di Robbia in un’utilizzazione al 100% del più piccolo filo colorato. Un’operazione perfettamente in linea con i principi della green economy divenuti indispensabili dopo l’”ubriacatura di scarti” che la società e l’economia hanno prodotto in alcuni decenni di miopia ambientalista.

Il lavoro di Maria nasce con la tecnica del feltro ad acqua per sovrapposizione di strati successivi di lana cardata, con l’aggiunta degli scarti colorati.

Il manufatto che ne nasce – ciascun manufatto – è unico. Da solo, o in compagnia di altri delle stesse dimensioni o in gradazione discendente di grandezza, può creare un allestimento originale in casa, in una veranda, in un giardino d’inverno.

Dal più piccolo al più grande, sono tutti dedicati agli amanti dello stile naturale e a coloro che si preoccupano di vivere in sintonia con le esigenze dell’ambiente.

Naturalmente, accompagnati da un serpentello o da una spilla insetto, sempre in feltro!

TESTO E FOTO : No Serial Number


Sei un artista o un artigiano o semplicemente ti occupi di sostenibilità e di realtà sostenibili? Vuoi che No Serial Number Italia dedichi uno spazio alla tua attività? Vuoi sottoporre a No Serial Number Italia un articolo? Scrivi a noserialnumberitaly@gmail.com

Puoi contattarci via Facebook e Instagram

 

 

Un pensiero riguardo “Piante, fiori e … vasi di lana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *