Non è più tempo di corredini a maglia … o sì?

Non è più tempo di corredini a maglia … (quando sono nati i gemelli, da brava nonna neofita ho provato a fare qualcosa. Cappottino e cappellino coordinati: il cappellino è finito nell’asciugatrice: abbiamo fatto fatica a riconoscerlo! Poteva essere il cappuccio di un Puffo! Un tentativo miseramente fallito, conclusosi con grandi risate).

Il tempo è passato, si sono susseguite un numero infinito di lavatrici e asciugatrici, non ho più neppure pensato a proporre qualcosa di fatto a maglia: troppo complicato da gestire per le case moderne (soprattutto se i nipotini abitano a Londra, in case dove difficilmente si trova lo spazio per stendere qualcosa di lavato delicatamente in acqua e sapone, come ancora posso fare in paese).

Naturalmente io non ho smesso di lavorare. Impossibile: quando si è imparato da bambine, vicino alla nonna, in una casa d’altri tempi con tutto il fascino delle cose antiche, si può smettere per periodi più o meno lunghi, presi da altri impegni, ma prima o poi si ricomincia!

Ferri o uncinetto, non importa: dipende dall’ispirazione del momento e dalla lana a disposizione.

L’importante è che sia lana lana: 100% lana, di provenienza italiana,  nel colore naturale oppure tinta a mano con colori vegetali.

img_7069

Quando si entra nel mondo del ‘naturale’ è difficile tornare indietro: i filati di produzione industriale, per quanto belli e spesso ricchi di fascino, non possono dare la sensazione di morbidezza di una lana di cui si è seguito tutto il percorso dalla tosatura fino alla matassa nei colori morbidi e tenui ottenuti dalle piante.

Poi ci si rende conto che i bambini diventano grandi: riscopri le fasi della crescita che avevi dimenticato e che magari con le figlie erano passate inosservate, sommersa dagli impegni della casa e del lavoro. Per i nipotini è diverso: puoi permetterti di osservarli crescere con uno sguardo più attento.

particolare

Ed ecco che scopri che la gemellina, varcata la soglia dei quattro anni, è una signorinetta, che sta sviluppando molta manualità (ti ritrovi a pensare che forse a lei potrai insegnare a tenere in mano i ferri e l’uncinetto) e che ci tiene moltissimo al proprio armadio: perfettamente in ordine, con i pantaloni, le magliette, i vestiti al loro posto e le idee molto chiare su come abbinarli.

rifinitura-ad-uncinetto

E’ arrivato il momento di proporle un abito lavorato a maglia. Sono sicura che farà molta attenzione a non sporcarlo e magari a indossarlo in occasioni un po’ speciali (a settembre inizia l’avventura della scuola, forse quello sarà il momento giusto!)

Tra i colori che ho a disposizione, scelgo un magnifico rosa salmone ottenuto dalle radici di robbia, sicura di colpire nel segno. Come modello, una linea semplice, a godet, ottenuta con trecce alternate a strisce di maglia rasata rovescia che andranno a diminuire fino a ottenere la misura giusta del corpetto.

E’ una sorta di ‘scamiciato’, da indossare facilmente sui jeans e sulle magliette.

particolare

La nipotina è entusiasta dell’idea e segue i lavori a distanza con le foto che invio tramite WhatsApp, perché è vero che sono una nonna che lavora a maglia ma siamo pur sempre nel 2015!

il-vestito

Naturalmente non vedo l’ora di mostrarglielo dal vero, mentre penso al modello da proporre al maschietto che ha già scelto, a colpo sicuro, un bellissimo tono di senape ottenuto dalle foglie di acero.

Per il vestito di Sara ho utilizzato ferri 4,5 mm

Sono passati quasi due anni da quando l’ho realizzato: la nipotina è cresciuta in altezza ma avevo un po’ abbondato e la maglia di per sé tende ad allungarsi. Insomma, è ancora in uso!

Per la lana: lanaquilana.blogspot.it

La tintura con radici di robbia è eseguita a mano da Rosso di Robbia Colori Naturali

Foto e Testo: No Serial Number


Sei un artista o un artigiano o semplicemente ti occupi di sostenibilità e di realtà sostenibili? Vuoi che No Serial Number Italia dedichi uno spazio alla tua attività? Vuoi sottoporre a No Serial Number Italia un articolo? Scrivi a noserialnumberitaly@gmail.com

Puoi contattarci via Facebook e Instagram

Un pensiero riguardo “Non è più tempo di corredini a maglia … o sì?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *