Le Nuvole di Lara: l’arte del feltro artigianale

Le Nuvole di Lara sono cappelli sinuosi con inserti di seta, sciarpe e colli avvolgenti, saponette profumate strette in un abbraccio lanoso e borse in cui tenere in caldo i sogni.

E poi sono collane, guardiani del camino che strappano sempre un sorriso, spille e collane, vasi e lampade.

L’incontro con l’arte del feltro artigianale, come lei stessa racconta, risale a qualche anno fa: “Ho una formazione artistica con specializzazione in illustrazione e fumetto prima e decorazione d’interni poi. Ho lavorato per quasi vent’anni nel settore degli allestimenti fieristici e architettura d’interni come progettista, decoratrice e responsabile ufficio tecnico. Quando l’azienda per cui lavoravo ha chiuso mi sono ritrovata disoccupata con due bambini piccoli e mi sono dovuta reinventare…in un mercato del lavoro dove se sei over 40, donna e per di più con ‘carichi familiari’ nessuno ti vuole più, sei fuori!”.


Ma a volte è proprio vero: le difficoltà generano opportunità. Ed è infatti in questo momento di fatica e cambiamento che Lara entra in contatto con l’arte antichissima del Feltro Artigianale e se ne innamora: armata di ciuffetti di lana cardata, acqua e sapone prova, sperimenta la tecnica da autodidatta, e poi segue diversi corsi interfacciandosi con le principali maestre feltraie italiane ed internazionali. “In questo modo mi sono resa conto delle infinite possibilità d’impiego e di realizzazione creativa che questo materiale consente, ed ho iniziato a produrre. Oggi realizzo cappelli, borse, polsini, sciarpe, oggetti d’arredo.. e tutto quello che la fantasia mi suggerisce. Tengo anche corsi per grandi e piccini e trovo grande motivazione in questi momenti di confronto”.

Il procedimento per passare dalla lana semplice al feltro prevede alcuni semplici passaggi.

Step 1: la stesura della lana cardata su uno stuoino di bambù.

Step 2: la creazione di più strati di materiale uno sopra l’altro, in base alla consistenza che si vuole dare al prodotto finale.

Step 3: il posizionamento, sulla superficie così costituita, degli eventuali disegni o elementi decorativi previsti, anche attraverso l’utilizzo di inserti di materiali differenti (per esempio seta, lino, ritagli di maglioni, ecc).

Step 4: la realizzazione di un vero e proprio tessuto non tessuto attraverso l’utilizzo di acqua e sapone, e della frizione manuale.

Lara manovra i ciuffetti con destrezza. Accosta colori e consistenze con precisione. Massaggia il suo feltro artigianale con cura. Perché creare il feltro con le proprie mani, evitando quindi di acquistare il feltro industriale, produce risultati completamente diversi. È un’esperienza sia per chi lo realizza che per chi lo indossa.

Da quando ho cominciato quello che mi interessa è contrastare l’attuale ideologia del consumo, riportare l’attenzione su tecniche a rischio di estinzione, promuovere il riciclo e la condivisione dei saperi. Uno dei miei sogni è contribuire in qualche modo alla creazione di una rete di creatività femminile che vada al di là del semplice hobby, ma che diventi effettiva opportunità di realizzazione personale e professionale.. mai come oggi ce ne sarebbe bisogno!”.

TESTO: Maddalena Cassuoli

FOTO: Lara Caputo


Sei un artista o un artigiano o semplicemente ti occupi di sostenibilità e di realtà sostenibili? Vuoi che No Serial Number Italia dedichi uno spazio alla tua attività? Vuoi sottoporre a No Serial Number Italia un articolo? Scrivi a noserialnumberitaly@gmail.com

Puoi contattarci via Facebook e Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *