L’albero di Natale secondo Alessia, ossia “Cronache dalla Libreria Caffeina”

Una libreria è il luogo deputato per presentare libri.

Se però la libreria condivide lo spazio con un teatro e un bistrot, le possibilità si moltiplicano.

Lo spazio diviene uno spazio partecipato e può capitare di entrare per una tisana a metà pomeriggio (magari per sfuggire all’umidità di un giorno dicembrino) e ritrovarsi in un ambiente speciale dove qualcuno suona il piano o presenta una sua creazione artistica o artigianale.

E’ quello che accade nel Caffeina Teatro Libreria Bistrot, dove il mondo dei libri si mescola a quello del teatro, dell’arte e dell’artigianato.

Così capita di trovare un tavolo allestito con una bellissima tovaglia di ‘quelle di una volta’ e con tanti materiali naturali (un cesto di muschio e uno di rami di abete bianco, un sacco pieno di foglie di quercia, qualche ramo di bacche rosse …) e attrezzi da giardino di vario genere.

E’ tutto ciò che serve ad Alessia Taurchini, floral designer, che realizza corsi per insegnare i rudimenti della sua arte presso la Tenuta Sant’Egidio di Soriano nel Cimino. Sta per mostrare un assaggio di quello che sarà il suo prossimo corso: su una base realizzata con un segmento di ramo di quercia e un’asta di dimensioni appropriate comincia a disporre il materiale che ha perfettamente organizzato sul tavolo, mentre il pubblico presente si fa sempre più attento.

 

Il risultato è un alberello che può diventare un arredo perfetto per il periodo delle feste in ogni casa: le dimensioni sono quelle giuste per essere appoggiato su un piccolo mobile, su un tavolo, su una mensola; il colore rosso, tipico delle decorazioni natalizie, è garantito da un tralcio di bacche e da un pompon in lana che quasi suggerisce il cappello di Babbo Natale.

Un’ora di lavoro è divenuta quasi uno spettacolo per tutte le persone riunite che si affollano intorno ad Alessia per chiedere informazioni.

Tra il pubblico anche Azzurra Benedetti che gestisce la Tenuta Sant’Egidio con Gianfranco Pisa. Sono Proprio Azzurra e Gianfranco ad aver realizzato il Bosco che non c’è che si può visitare  addentrandosi nel Villaggio degli elfi fino al 7 gennaio, ossia fino all’ultimo giorno del Caffeina Christmas Village 2017.

Alessia ha lasciato l’albero e i materiali avanzati in libreria. L’albero bella mostra di sé su uno dei tavoli dedicati ai libri in esposizione.

Con gli avanzi abbiamo realizzato altri semplici arredi natalizi che vi accolgono in questo periodo natalizio negli ambienti della libreria.

(per non sprecare niente, gli ultimi rametti di abete sono divenuti un centrotavola nella casa della libraia che scrive per voi)

TESTO E FOTO: Rosa Rossi


Sei un artista o un artigiano o semplicemente ti occupi di sostenibilità e di realtà sostenibili? Vuoi che No Serial Number Italia dedichi uno spazio alla tua attività? Vuoi sottoporre a No Serial Number Italia un articolo? Scrivi a noserialnumberitaly@gmail.com

Puoi contattarci via Facebook e Instagram

 

2 pensieri riguardo “L’albero di Natale secondo Alessia, ossia “Cronache dalla Libreria Caffeina”

I commenti sono chiusi.