Il giardino incantato di Cernobbio

Sul lago di Como c’è una piccola cittadina di nome Cernobbio, conosciuta nel mondo per la presenza di un prestigioso albergo a ridosso del  lago, Villa d’Este, dove vengono organizzati eventi ed incontri di fama mondiale, come il meeting Ambrosetti che porta in questo paese economisti e premier politici da tutto il mondo.

Camminando per Cernobbio non è raro imbattersi in volti televisivi o cinematografici. Ma, se si fa attenzione, si può ‘adocchiare’ una particolare indicazione stradale: “Giardino della Valle”.

acqua

Di fronte a Villa d’Este parte una strada che conduce da una parte ad alcune abitazioni, dall’altra in un luogo incantato. Un giardino che ospita più di 130 specie di vegetali provenienti da tutto il mondo, dall’ortensia permalosa all’elleboro, dalla rosa ai gelsi da carta del Borneo. Un mare di fiori variopinti e di piante. Una vera e propria oasi di quiete e pace a pochi chilometri da Como. Non solo. A ben guardare, il giardino è pieno di buffi animaletti colorati, di folletti e gnomi dei boschi, poi c’è una spirale di pietre dove, si dice, si accumuli energia molto positiva e, da un anno circa, in un angolo isolato del giardino, vicino a una panchina, c’è anche una bacheca per il book crossing.

fiori

Un luogo affascinante, rilassante, pieno di colori e di positività dove vengono organizzati numerosi eventi, dai concerti alle letture di libri, dalla celebre premiazione annuale della rosa più bella del territorio a spettacoli di danza e di teatro. Un piccolo, grande prodigio ambientale e culturale frutto di due mani, minute e pazienti.

giardino-6

Vivo sul lago di Como ormai da quasi quindici anni e, fin da subito, avevo sentito le gesta leggendarie della mitica Nonna Pupa, vero nome Ida Frati, un’anziana signora che è riuscita a compiere un vero e proprio miracolo. Molto incuriosita, un giorno finalmente ho deciso di seguire quella particolare indicazione stradale e sono arrivata davanti a un cancelletto. L’ho aperto: ho potuto ammirare tutta la magia e l’amore che riempiono quel giardino ma ho anche, in realtà a fatica, provato ad immaginare quel luogo come era prima che Nonna Pupa lo trasformasse. Perché, nonostante le bellezze del territorio, in quel punto esatto fino a trent’anni fa, i cernobbiesi buttavano la loro spazzatura e avevano trasformato il corso d’acqua e le sue rive in una vera e propria discarica a cielo aperto. Un obbrobrio difficile da immaginare adesso …

gufetto

Armata di santissima pazienza, una forza da leone e, come lei stessa dice, un bel po’ di follia, Nonna Pupa ha cominciato, per tanto tempo da sola, a portar via tutta quella spazzatura fatta di calcinacci, elettrodomestici, carcasse di automobili. Piano piano è riuscita ad arrivare al ruscello sottostante che, per tanti anni, era stato intrappolato sotto a quelle macerie. Man mano che ripuliva quel territorio, la notizia si spargeva per la cittadina e alcune persone hanno cominciato ad aiutarla.

lumaca

Nonna Pupa, immortalata in occasione di un urban knitting dedicato ai suoi 90 anni, oggi di anni ne ha 93 e, nonostante alcuni problemi di salute, continua ad essere la “Regina dei folletti” di quel giardino, da sempre aperto al pubblico che, a breve, diventerà comunale perché Pupa vuole che il Giardino della Valle continui a vivere anche dopo di lei.

nonna-pupa-como

Se vi capita di passare per Como, venite a visitare questo piccolo angolo di paradiso e a toccare con mano quanto sia vero il proverbio volere è potere.

TESTO e FOTO: Eletta Revelli


Sei un artista o un artigiano o semplicemente ti occupi di sostenibilità e di realtà sostenibili? Vuoi che No Serial Number Italia dedichi uno spazio alla tua attività? Vuoi sottoporre a No Serial Number Italia un articolo? Scrivi a noserialnumberitaly@gmail.com

Puoi contattarci via Facebook e Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *