Il cappello in mostra

Mentre sono in attesa di raggiungere Collegno per visitare Filo lungo filo, un nodo si farà, organizzato da ormai 22 anni dall’Associazione Amici della Scuola Leumann, approfitto per passeggiare lungo alcune vie storiche di Torino. Attraversando la Galleria Subalpina, non possono non attirare la mia attenzione le vetrine della Galleria Gilibert. Una, in particolare, dove fa bella mostra di sé un manuale Hoepli, Il cappello e la sua fabbricazione, 1924.

img_6827

In un attimo mi passano davanti agli occhi immagini apparentemente distanti: le immagini d’epoca con l’immancabile cappello, quelle della nonna che indossava il cappello in ogni circostanza (mercato, Chiesa, visita, ecc.), il ricordo di quando di quando la accompagnavo dalla modista Tiburli dove si trova ancora oggi, come negozio di cappelli (imboccando Via del Corso, fino a Via del Suffragio) e dei suoi cappelli (ne conservo gelosamente alcuni in apposite scatole (altro oggetto di sicuro fascino!).

 

 

E’ facile fare i conti: accessorio indispensabile sicuramente fino a tutti gli anni ’50 del secolo scorso. Dopo quegli anni ha perso il senso di ‘obbligo’, recuperando quello di accessorio raffinato, sportivo, elegante o semplicemente utile, in relazione alle occasioni e al gusto personale. Sempre comunque affascinante.

 

So già che una delle attrazioni a Filo lungo filo, un nodo si farà  sarà Il cappello, accessorio necessario, promossa dal Coordinamento Tessitori nell’ambito di Accessorio Necessario, la mostra concorso, a cadenza biennale, dedicata al mondo della tessitura e dell’intreccio, che approda al Villaggio Leumann prima di partire per altre destinazioni.

 

La visita alla mostra non delude: il cappello è senza alcun dubbio un accessorio che sfida la creatività degli artisti tessili. Lo conferma la varietà di forme e materiali, alcuni ispirati al passato, altri sicuramente innovativi!

 

 

Testo e Foto: No Serial Number


Sei un artista o un artigiano o semplicemente ti occupi di sostenibilità e di realtà sostenibili? Vuoi che No Serial Number Italia dedichi uno spazio alla tua attività? Vuoi sottoporre a No Serial Number Italia un articolo? Scrivi a noserialnumberitaly@gmail.com

Puoi contattarci via Facebook e Instagram