Due giorni di Erbacce e dintorni a Bracciano (Roma)

Un gruppo Facebook con migliaia e migliaia di aderenti accomunati dalla passione per le piante: Erbacce e dintorni nasce così, da un’idea di Roberta Rossini. Dal momento dell’apertura, si allarga velocemente a una comunità virtuale molto attiva che si scambia foto, si interroga, cerca di sciogliere dubbi, si confronta sulla base delle proprie conoscenze e delle proprie esperienze e, a volte, discute animatamente. Molti sono esperti del settore erbacce, la maggior parte amanti delle piante, moltissimi curiosi dei ‘dintorni’ (ad esempio, incuriosiscono i nomi, spesso dialettali, e gli insetti, tra le altre cose).

Poi agli amministratori del gruppo viene l’idea, con l’associazione SemiLune, di trasformare la comunità virtuale in una comunità reale che possa incontrarsi in uno spazio fisico.  Il gruppo e l’associazione collaborano con altri gruppi, enti, associazioni e appassionati ad un progetto di salvaguardia della biodiversità. Per questo l’evento è stato pensato anche come risposta alla Call to action di Seed Freedom.

L’evento si è svolto in luoghi diversi di Bracciano, la cittadina laziale dominata dal Castello Odescalchi e affacciata sull’omonimo lago: Piazza del Comune, il Chiostro degli Agostiniani (sede del Museo Civico), la Chiesa della Misericodia, il Giardino degli aranci (un luogo suggestivo nei pressi della Sentinella, il belvedere affacciato sul lago), tutti situati tra il  Comune e il Castello.

Ciascuno di questi spazi ha svolto una funzione precisa.

Il chiostro ha rappresentato il punto di partenza del percorso con lo spazio informativo, l’esposizione di parte dell’erbario di Lucia Menicocci – frutto di una vita dedicata instancabilmente alla ricerca e alla catalogazione delle piante native della Tuscia – realizzata con la collaborazione di Fiori e Forchette, di preziosi manufatti tessili (delle tessitrici romane Franca Fantuzzi, Ivonne Hirsch e Claudia Pedace), di dipinti su tessuto della pittrice botanica Silvana Potente (Tela e Gramigna) e dei libri nati dall’ispirazione botanica e della passione per la decorazione, la cucina e la manualità della stilista Mara De Stefani.

 

14572483_731975840276461_1258801492_o

img_7137

 

img_7143

img_7161

Il giardino degli aranci è stato il centro vitale dell’evento, frequentato da un pubblico attento e informato per partecipare ai corsi, tutti di grande interesse, tenuti da Beatrice Calia (cucina con le erbe, ‘La cucina senza fuochi’), da Luana Firmani (stampa su tessuto) e da Anna De Angelis (carta, semi e fiori), da Daniele Previtali (laboratorio dimostrativo di produzione di latte e formaggi con ingredienti vegetali) e anche per parlare di lievito madre con Giancarlo Ignazio Toso e di semi con Massimo Bufacchi (Amici dell’Orto 2), animatore di una postazione dedicata al libero scambio dei semi con altri gruppi e singoli appassionati attivamente impegnati nella salvaguardia dei semi e dell’ambiente (che, tra l’altro, ci sta aiutando a raccogliere informazioni per un importante progetto agricolo in Bolivia, Sistema Titicaca) la cui instancabile e appassionata animatrice è Patrizia Palonta del Coordinamento Donne di Montagna.

img_7227

La Chiesa della Misericordia è stata il teatro di importanti incontri di approfondimento.

Valentina Maffei ha presentato le piante e gli ambienti del lago dal punto di vista geologico e dell’antropizzazione, Alba Gnazi ci ha deliziato con le sue poesie sulla natura, Francesco Ulivello ci ha fatto riscoprire antichi mestieri artigiani che rischiano di essere dimenticati, primi fra tutti quelli legati all’intreccio della paglia.

14593307_731947076946004_178277003_n
Nel pomeriggio di sabato Lucia Menicocci ci ha incantato con le sue ‘Meravigliose piante’, con una semplicità e una leggerezza che è propria soltanto di chi ha una profonda conoscenza e sa rendere semplici anche le cose più complesse

14585449_731945023612876_1291450940_n

A seguire, ha avuto luogo l’assemblea in adesione alla campagna Call to action di Seed Freedom. Dopo la splendida e coinvolgente musica di Armonia Nascosta, composta per l’occasione, tutti i presenti si sono lasciati coinvolgere in una lunga chiacchierata sulle tematiche legate alla salvaguardia della biodiversità, dei semi tradizionali e dell’alimentazione sana. E’ stata un’occasione preziosa per un bel confronto sul futuro del nostro pianeta nell’ottica di uno sviluppo e di un consumo consapevole e sostenibile e di un’agricoltura sana, naturale, locale.
Il giorno successivo, grazie all’intervento dei responsabili dell’Ente Parco Naturale Regionale Bracciano-Martignano e alla presentazione del testo Flora informatizzata del Lazio di Bruno Petriglia, uno strumento prezioso per lo studio e il riconoscimento delle piante nella nostra regione, è stato possibile approfondire la conoscenza del territorio.

A seguire Enzo di Frenna ha proposto un interessante intervento sulle erbe che depurano dal tecno stress, spiegando anche quali sono e come utilizzarle.

Nel pomeriggio l’atteso incontro con Beatrice Calia, l’Erbana, con un avvincente intervento sull’alimentazione consapevole, con particolare attenzione all’importanza dell’acqua, arricchita dalle nostre amate “erbacce”.

img_7246
A seguire un incontro con le tradizioni e la storia del territorio del lago di Bracciano protagoniste del libro di Enzo Ramella Quando i buoi tiravano il carro, alla presenza dell’autore.

14569739_731948823612496_1698414552_n

E, per finire, una degustazione di vini offerta dall’associazione Zappilandia!

In Piazza del Comune, durante le due giornate, è stato allestito un interessante mercato artigianale, vario e variopinto, arricchito dalla postazione di Cucinando su ruote, con la sua Gigetta, un furgone / cucina che gira per l’Italia per proporre la gastronomia vegana di Sara Samuel.

img_7179

 

14571995_731945576946154_1828392847_o

TESTO: NO SERIAL NUMBER

Foto di repertorio


Sei un artista o un artigiano o semplicemente ti occupi di sostenibilità e di realtà sostenibili? Vuoi che No Serial Number Italia dedichi uno spazio alla tua attività? Vuoi sottoporre a No Serial Number Italia un articolo? Scrivi a noserialnumberitaly@gmail.com

Puoi contattarci via Facebook e Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *