Dove andiamo a giocare? Ci pensa Clorophilla!

Clorophilla è un evento che sa di primavera, di alberi pieni di foglie, di bambini che giocano nei giardini e nei prati.

Nato da un’idea di L’orto delle idee, impegnata nell’organizzazione di eventi con una particolare attenzione  e predilezione per realizzare eventi sostenibili, è giunto alla terza edizione.

Il nome, che propriamente indica il pigmento verde delle piante, racchiude un mondo di giochi e attività a cielo aperto e si rivolge ai bambini e ai genitori che hanno voglia di portarli a trascorrere una o più giornate all’aria aperta.

Il programma è molto ricco e si svolge su più giornate.

L’inaugurazione si è svolta domenica 14 maggio presso il parco pubblico Prato Giardino (Viterbo): partecipazione gratuita, attrezzatura per una merenda all’aria aperta e un libro da donare a una nuova libera Piccola Biblioteca Libera. Cos’è una Little Free Library ? Una vera biblioteca ospitata in una piccola struttura in disuso, ristrutturata e sistemata in un luogo pubblico, dove tutti possono portare un libro per metterlo a disposizione degli altri e prenderne uno da leggere (‘Take a book – Return a book’ è il motto). Il tutto senza nessun costo. Nata nel 2009 negli Stati Uniti, l’idea si sta diffondendo a macchia d’olio.

L’iniziativa è stata promossa da Ecococcole  – un’Associazione di Promozione Sociale che opera nel territorio di Viterbo dal 2008 – che ha recuperato e rimesso a posto una vecchia arnia per api e ne ha fatto una cassetta pronta ad ospitare libri. L’orto delle idee ha voluto sostenere l’iniziativa, perfettamente in linea con la propria filosofia, facendola diventare l’evento inaugurale di Clorophilla 2017.

Alla giornata inaugurale fanno seguito tre giornate (dal 19 al 21 maggio) molto ricche di incontri e di attività, negli spazi del Il giardino di Filippo.

Tutte le attività per bambini sono ideate, organizzate e realizzate nello spirito dei diritti naturali formulati da Gianfranco Zavalloni, nel suo percorso di educatore:

I diritti naturali dei bambini e delle bambine:

  1.  IL DIRITTO ALL’OZIO … a vivere momenti di tempo non programmato dagli adulti.
  2.  IL DIRITTO A SPORCARSI … a giocare con la sabbia, la terra, l’erba, le foglie, l’acqua, i sassi, i rametti.
  3.  IL DIRITTO AGLI ODORI … a percepire il gusto degli odori, riconoscere i profumi offerti dalla natura.
  4. IL DIRITTO AL DIALOGO … ad ascoltare e poter prendere la parola, interloquire e dialogare.
  5.  IL DIRITTO ALL’USO DELLE MANI … a piantare chiodi, segare e raspare legni, plasmare la creta.
  6.  IL DIRITTO AD UN BUON INIZIO … a mangiare cibi sani, bere acqua pulita, respirare aria pura.
  7.  IL DIRITTO ALLA STRADA … a giocare in piazza liberamente, a camminare per le strade.
  8. IL DIRITTO AL SELVAGGIO… ad avere canneti in cui nascondersi, alberi su cui arrampicarsi.
  9. IL DIRITTO AL SILENZIO … ad ascoltare il soffio del vento, il canto degli uccelli, il gorgogliare dell’acqua.
  10. IL DIRITTO ALLE SFUMATURE … a vedere il sorgere del sole e il tramonto, ad ammirare la luna e le stelle.

Partecipate con i vostri bambini!

 

TESTO: Rosa Rossi – No Serial Number

FOTO : Simona Santicchia – L’orto delle idee


Sei un artista o un artigiano o semplicemente ti occupi di sostenibilità e di realtà sostenibili? Vuoi che No Serial Number Italia dedichi uno spazio alla tua attività? Vuoi sottoporre a No Serial Number Italia un articolo? Scrivi a noserialnumberitaly@gmail.com

Puoi contattarci via Facebook e Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *