Come resistere alle richieste di un nipotino? La nascita di un aereo giocattolo 

Si può perdere un articolo, con relative foto? Sì, si può. Almeno,  me è capitato! L’articolo risale a quattro anni fa. L’aereo di legno ancora esiste. Il nipotino è cresciuto, i suoi interessi sono cresciuti con lui ma l’aereo artigianale resiste!

Avere a che fare con un bambino di cinque anni che un bel giorno decide di costruire una macchina con uno scatolone di cartone, utilizzando fogli di carta e pezzi di cartone per mettere al posto giusto le varie parti (il cambio, il freno ecc.) può riservare delle sorprese.

Ci si può sentire rivolgere richieste del tipo: ‘Sì, ma Paolo (l’artigiano falegname di fiducia) potrebbe costruire un aereo?’.

Ora, Paolo, nel suo ordinatissimo laboratorio, si dedica con passione alla sua attività e, nei limiti del possibile, accontenta tutti, che si tratti di costruire scale in legno o di restaurare antichi mobili.

Conoscendo la sua passione per il legno e la sua abilità nel lavorarlo, so che di fronte ad una richiesta come quella di un aereo giocattolo, fa un po’ di resistenza (non può certo lasciare indietro i lavori importanti!) ma in realtà la sua anima di artigiano /artista non sa resistere: cercherà di trovare il tempo di realizzarlo, in qualche ritaglio. 

La materia prima non gli manca perché, guidato dalla passione, conserva gelosamente tutti i ritagli, soprattutto se si tratta di legni locali (ulivo, noce, quercia). 

La richiesta del nipotino è arrivata a destinazione e quasi me ne dimentico.

A distanza di tempo, un giorno entro nel laboratorio per concordare il restauro di un mobile e trovo Paolo immerso nel suo progetto di aereo.

Già realizzata la fase di progettazione (il disegno dell’aereo, le sagome delle varie parti e dei particolari), individuata una tavola (di ulivo in questo caso) da cui ricavare il tutto, trovo le varie parti già modellate e allineate, pronte per l’assemblaggio, realizzato quasi completamente a incastro e con l’aggiunta di colla.

Mancano le parti più piccole, le ruote e i motori, le uniche per cui intende utilizzare anche alcuni chiodi per il fissaggio. 

Una volta completato, con solo una rifinitura a cera per lasciare il colore naturale e le venature del legno di ulivo, è perfetto, capace di resistere per anni, passando tranquillamente dal ruolo di giocattolo a quello di soprammobile!

TESTO E FOTO: Rosa Rossi


Sei un artista o un artigiano? Ti occupi di sostenibilità e di realtà sostenibili? Vuoi che No Serial Number Italia dedichi uno spazio alla tua attività? Vuoi sottoporre a No Serial Number Italia un articolo? Scrivi a noserialnumberitaly@gmail.com

Puoi contattarci via Facebook e Instagram