Cappelli in primo piano

Il Caffeina Christmas Village è finito! Da ieri sera, è iniziato il lavoro di smontaggio delle attrazioni.

Nel Teatro Caffeina si è tenuto l’ultimo spettacolo del Teatro incantato mentre già sono in corso i preparativi per la stagione teatrale! La Libreria Caffeina cambierà veste quel tanto che basta per lasciarsi alle spalle il Natale e arricchire il rifornimento. Altri eventi sono già programmati o in via di programmazione.

Intanto negli ultimi giorni, i cappelli di Silvia Ronconi  sono diventati protagonisti nella Fabbrica dei Giocattoli.

Silvia ha animato gli ambienti con la sua performance da cappellaia matta, divertendo mamme e bambine con le sue filastrocche che spiegano come nasce un cappello artigianale e il lavoro della modista.

Da vera modista, non si limita mai a una semplice esposizione. La sua esposizione diviene sempre un piccolo laboratorio, dove è in grado di mettere in forma i cappelli, modificarli e adattarli, prendere misure a chi, incuriosito, scopre di potersi permettere un cappello su misura, della forma e del modello giusto.

Aghi, fili, ferro da stiro, forbici, specchio … non manca niente nel suo allestimento.

E una postazione di questo tipo è anche l’occasione per sperimentare un nuovo modello, perché una modista è una vera artista del cappello e non può smettere di elaborare magari, come nel caso di questa tuba particolarissima per sfruttare anche le strisce di materiali altrimenti inutilizzate ed evitare così ogni spreco.

Per questo No Serial Number Magazine, su mia indicazione, le ha dedicato un articolo: perché è una vera artigiana, attenta alle modalità del lavoro e ad evitare inutili sprechi, pronta a riutilizzare anche il più piccolo ritaglio di materiale avanzato. E mentre ci confrontiamo su questa idea di sfruttare anche gli scampoli più piccoli, tra un ragionamento e un altro, prendono il via altre idee e si concretizzano altre occasioni di incontro!

E, naturalmente, la mente corre ai libri! Possibile non ci sia un libro sui cappelli? In realtà, ce ne sono eccome! Ma ahimè solo in inglese! Per ora, almeno …

 

TESTO E FOTO: Rosa Rossi


Sei un artista o un artigiano o semplicemente ti occupi di sostenibilità e di realtà sostenibili? Vuoi che No Serial Number Italia dedichi uno spazio alla tua attività? Vuoi sottoporre a No Serial Number Italia un articolo? Scrivi a noserialnumberitaly@gmail.com

Puoi contattarci via Facebook e Instagram