Indossare un giardino fiorito: l’atelier di Bio Atmosfere

Quando la passione per il mondo naturale incontra l’artigianato, possono nascere delle cose incredibili.

Una delle tante storie che racconteremo è ambientata in Piemonte: in mezzo alle montagne della Valle di Susa, non lontano dalla spettacolare Sacra di San Michele, ma anche dalla tanto contestata TAV, è collocato l’atelier “BIO ATMOSFERE” di Silvia Cuatto, stilista specializzata in abiti da sposa ecologici e bio tinture.

La maggior parte degli abiti ospiti dell’atelier sono di canapa e cotone biologico, hanno un taglio lineare e leggero e il colore bianco candido li rende molto freschi e luminosi; nel complesso creano nella stanza un effetto solare e calmante. Ognuno è curato personalmente da Silvia in ogni fase della lavorazione, dal disegno alla colorazione.

disegno parete

Da qualche tempo il senso ecologico e l’amore per il mondo naturale, hanno avvicinato il mondo di Bio Atmosfere all’eco – printing, arricchendo l’atelier di abiti stampati con raffinatissime fantasie naturali.

campioni

Con questa tecnica, maglie, sciarpe, vestiti e cinture mantengono la loro naturale delicatezza dovuta ai loro componenti ecologici e si adornano di foglie di ogni tipo e colori tenui che rendono ogni capo unico e irriproducibile.

dimostrazione mallo

Al tatto, il cotone ecologico e i tessuti in canapa si sentono lisci e morbidi; alla vista sono freschi e luminosi; ma si scopre con grande sorpresa che anche all’olfatto sono molto piacevoli: si può ancora sentire il profumo di alcune foglie dal forte aroma, come quelle di eucalipto.

astratto con semi

Foglia su foglia, seme su seme, si costruisce una bellissima trama che dona agli abiti un effetto incredibilmente familiare, che ha un po’ le sembianze di un quadro astratto, ma possiede in sé anche i profumi di una camminata in un bosco e il ricordo del giardino fiorito in cui si giocava da piccoli.

quercia sovrapposta

In effetti, le cose che più colpiscono dell’atelier Bio Atmosfere sono il forte senso di appartenenza alla natura; la cura e il rispetto presenti in ogni singola fase della lavorazione; la continua voglia di sperimentare nuovi modi di utilizzare gli elementi naturali per ottenere effetti sempre diversi. Silvia spiega, con la tipica luce negli occhi di chi ama il suo lavoro, che si diverte a realizzare fantasie a volte più astratte e vivaci, a volte più ordinate e simmetriche, e che rimane sempre sorpresa dall’imprevedibilità del risultato finale, caratteristica che contribuisce a rendere unico ogni suo capo.

Una tecnica unica che rende la natura non strumento, ma preziosa collaboratrice della mano che la conduce.

espositore ethical fashion

Testo e foto di Emma Pallotta


Sei un artista o un artigiano o semplicemente ti occupi di sostenibilità e di realtà sostenibili? Vuoi che No Serial Number Italia dedichi uno spazio alla tua attività? Vuoi sottoporre a No Serial Number Italia un articolo? Scrivi a noserialnumberitaly@gmail.com

Puoi contattarci via Facebook e Instagram

Un pensiero riguardo “Indossare un giardino fiorito: l’atelier di Bio Atmosfere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *