Artigiani al lavoro: La Fabbrica dei giocattoli si avvicina!

La formula è vincente e parte da una domanda che si è posto lo staff di Caffeina quando è nata l’idea del Village: è possibile costruire e comprare giocattoli artigianali, in tempo di giocattoli industriali confezionati, impacchettati e costruiti chisaà dove?

La risposta per chi viene a Viterbo, durante il Caffeina Christmas Village, è: sicuramente sì.

Vediamo come può accadere.

Quando l’edizione 2016 del Caffeina Christmas Village è finita, tutto lo staff di Caffeina Cultura era praticamente già al lavoro. Il successo della Fabbrica dei Giocattoli, come di tutte le altre attrazioni, era sotto gli occhi di tutti. Così come, sotto gli occhi di tutti quanti ci hanno lavorato, era chiaro che bisognava rimboccarsi le maniche e ricominciare.

Le date per il Village 2017? Presto detto: 24 novembre al 7 gennaio!

La formula? Da ampliare, sicuramente, per rispondere alle esigenze di un pubblico vastissimo, di tutte le età!

Alla base ci sono tre cose fondamentali: gli artigiani, i materiali e la passione.

E’ questa la formula per creare un mondo dove toccare i materiali (legno, tessuti, carta, cartone, filati, insomma un po’ di tutto, meglio ancora se recuperato e riciclato!), dove apprendere dalle mani esperti di appassionati artigiani come creare da quei materiali forme, oggetti, giochi e dove poter acquistare i manufatti che gli artigiani realizzano con la loro manualità e passione.

Volete sapere dove questo mondo artigiano, fatto di manualità, lavoro, arte e magia, sarà ospitato? Caffeina ha trovato un posto speciale, dove ambientare tanti workshop e un grande spazio per l’esposizione e la vendita.

Un’anticipazione? Diciamo che nella foto si intravede. Ma, per il resto, è una sorpresa!

Naturalmente, non ci sarebbe La Fabbrica dei giocattoli se non ci fossero gli artigiani, già al lavoro in vista di un impegno lungo e importante.

Qualche anteprima?

Andiamo per ordine (un ordine sparpagliato, in realtà, perché sono tutti bravissimi e riempiranno gli spazi con le loro attività, con i loro laboratori e le loro creazioni).

Possono mancare le bambole in una Fabbrica dei giocattoli che si rispetti? Assolutamente no!

Ed ecco le creazioni di Maria Adelina

Può mancare la carta? Impossibile! Ma, attenzione, si tratta di carta fatta a mano da una vera esperta del settore:

Maria Zepponi (sapete da dove viene Mariapia? Impossibile sbagliare, viene da Fabriano, città famosa proprio per la sua cartiera e il suo museo.

E se invece di un vero giocattolo, volessimo realizzare un piccolo gioiello? Perché sapete, i gioielli si possono costruire con tante tecniche, anche con una tecnica antica come il chiacchierino – quasi delle vostre nonne e bisnonne – che può diventare attualissima, parola di Maria Rita De Matteis

Che ne dite, impariamo a cucinare? Giocare in modo creativo in cucina è magnifico. Senza neppure accorgersene, si imparano un sacco di cose. Se poi lo facciamo con Creative Food For Children il divertimento è assicurato!

Carta o cartone? Angelo Lussiana risponde: cartone! Perché è un vero artista del cartone e con il cartone realizza di forme, pupazzi, modellini di ogni tipo. Da non mancare!

Ci sono poi i merletti, i filati, i nastri e chi più ne ha più ne metta. Tutte cose che possono sembrare superate, un po’ vecchie (da cesto della maglia della nonna, per intenderci. Bene, potete non crederci, ma mettete tutte queste cose tra le mani degli iscritti al gruppo Yarn Bombing di Viterbo e scoprirete un mondo!

TESTO E FOTO: Rosa Rossi


Sei un artista o un artigiano o semplicemente ti occupi di sostenibilità e di realtà sostenibili? Vuoi che No Serial Number Italia dedichi uno spazio alla tua attività? Vuoi sottoporre a No Serial Number Italia un articolo? Scrivi a noserialnumberitaly@gmail.com

Puoi contattarci via Facebook e Instagram

2 pensieri riguardo “Artigiani al lavoro: La Fabbrica dei giocattoli si avvicina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *